FAQ - Frequently Asked Question

È vero che il marmo è molto più costoso della ceramica?

Contrariamente a quanto si pensi, il marmo spesso ha dei prezzi molto competitivi in rapporto a quelli della ceramica; specialmente quando stiamo acquistando piastrelle in ceramica di fascia prezzo medio-alta.
ATTENZIONE! Pavimenti in marmo e granito spesso sono meno costosi e, soprattutto, sono naturali.

Quale è la differenza tra il marmo e il granito?

Marmo e granito sono due tipi di rocce differenti: l’una metamorfica, derivante dalla trasformazione di rocce sedimentarie, l’altra eruttiva e costituita prevalentemente da quarzo, ortoclasio e biotite.
Il granito per caratteristiche intrinseche è più duro e mantiene la lucidatura maggiormente nel tempo, spesso anche sotto gli attacchi di sostanza acide.

Quali sono i prodotti più indicati per la pulizia della pavimentazione in marmo?

Per la pulizia di un pavimento in marmo è consigliabile utilizzare comuni detergenti, immersi in acqua costantemente pulita (soprattutto per le pavimentazioni più chiare).
Per superfici estese (quali centri commerciali, aeroporti, stazioni) è preferibile utilizzare lavapavimenti in grado di aspirare i liquidi e i residui di detergente.

Come valorizzare la lucentezza di un ripiano in marmo?

Se non si usano prodotti troppo aggressivi la lucentezza dovrebbe mantenersi senza interventi di alcun tipo, se non il ripristino di prodotti idrooleorepellenti specialmente su piani cucine e bagni.
Per esaltare la lucentezza si possono comunque usare cere specifiche, preferibilmente all'acqua, acquistabili presso rivenditori autorizzati.

E' possibile posare marmo quando si sceglie di realizzare riscaldamento a pavimento?

Si è possibile, anzi, essendo il marmo un buon conduttore è un materiale consigliabile.
Bisogna però controllare che venga posato correttamente, rispettando i giunti di dilatazione previsti nel massetto sottostante, onde evitare che con le impercettibili dilatazioni il pavimento si possa crepare (nel caso in cui venga posato senza fuga).

Qual e’ la differenza fra botticino classico e botticino semiclassico?

Storicamente il Botticino si definisce CLASSICO quando presenta delle caratteristiche precise alla vista, ovvero: il fondo pulito, omogeneo color beige con la presenza di nocciole, le classiche, e la vena color marrone-oro più o meno marcata e fitta a seconda della bancata di provenienza.
Il Botticino SEMICLASSICO presenta qualche imperfezione di fondo, macchie biancastre meno presenti, e le venature più irregolari.
Attualmente con il marchio BOTTICINO CLASSICO si distingue la provenienza del materiale e non più la qualità, ovvero: il BOTTICINO CLASSICO è proveniente dalla zona di Botticino, il BOTTICINO SEMICLASSICO è proveniente dalle valli vicine (Nuvolera, Nuvolento e Serle), anche se spesso non si differenziano alla vista dal Botticino Classico.

In esterno quali spessori e finiture sono consigliabili a pavimento?

Per pavimentazioni esterne non carrabili, tipo terrazze, portici e camminamenti è consigliato a seconda del materiale 2 o 3 cm di spessore (per certi formati e materiali anche 1 cm). Per zone carrabili è buona norma utilizzare spessori più elevati a seconda del materiale scelto. Le finiture consigliate per esterno sono soprattutto la bocciardatura, la rullatura e la fiammatura che rendono la superficie scabrosa e antiscivolo, così come richiesto dalla normativa CE di cui Marmolux garantisce il rispetto e fornisce certificazione.

Se avete altre domande da aggiungere contattateci
COMUNICAZIONE  
Marmolux promuove ogni anno attività culturali quali mostre, spettacoli teatrali e festival.
PHOTOGALLERY  
Visualizza la nostra photogallery



MARMOLUX SPA - DIREZIONE GENERALE
Via SCAIOLA, 50 / 25080 / NUVOLERA / BRESCIA
T +39 030 689 750 4 / F +39 030 689 7396
C.F. e PI 00274710177

 
 

Pagina in costruzione!